Nero d'Avola Aquilae

Canicattì

Nuovo

Nobile espressione di un Nero d’Avola di territorio, stupisce per armonia delle sue note fruttate e per la piacevole morbidezza dei suoi tannini.

Maggiori dettagli

  • 75 cl

Nero d'Avola Aquilae
di Canicattì


Nazione:

Italia

Regione:

Sicilia

Colore:

Rosso

Denominazione:

IGT

Gradazione:

13,5°

Uvaggio:

Nero d'Avola

Bicchiere Rosso:



Area di produzione 
Uve coltivate nell’area di Canicattì e comuni limitrofi dell’entroterra di Agrigento; i terreni sono limo-sabbiosi e calcarei, di medio impasto. L’ altitudine è tra 250 – 400 m. s.l.m.
Vinificazione  In rosso, a temperatura controllata, con fermentazione malolattica completamente svolta. Affinato per un breve periodo in piccoli carati francesi e 3 mesi in bottiglia.
Caratteristiche organolettiche: Nobile espressione di un Nero d’Avola di territorio, stupisce per armonia delle sue note fruttate e per la piacevole morbidezza dei suoi tannini.
Abbinamenti gastronomici:  Perfetto con Pasta con sughi di carne, arrosti e formaggi stagionati

La storia


Un progetto produttivo innovativo dal cuore antico. Una Cantina sociale con 40 anni di storia alle spalle ma che guarda al futuro e alla modernità. Nel cuore di una Sicilia millenaria, dove il rapporto tra uomo e natura ha generato civiltà e storia, CVA Canicattì, ha dato vita ad un nuovo progetto vitivinicolo fondato sulle peculiarità di un territorio unico e straordinario.


Nella fascia più assolata e arida dell’isola, in un cuneo che lambisce i territori di Caltanissetta e Palermo e che si estende sino alle coste di Agrigento, la coltivazione della vite è sempre stata protagonista dell’economia rurale e contadina. Di generazione in generazione, l’uomo ha modellato il paesaggio agrario, reso fertili e produttivi territori difficili, dove la fatica del contadino nel lavoro dei campi poteva essere equiparata a quella del minatore delle zolfare, altro elemento caratteristico di questa Sicilia del mito che Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia, figli di questa terra, hanno saputo raccontare al mondo intero.


Oggi questa dimensione culturale appartiene alla storia e ci consegna un paesaggio produttivo e immaginario di grande impatto emozionale ma anche una vocazione ed un talento del territorio che, per condizioni pedoclimatiche particolari, può davvero rappresentare la nuova frontiera del vino di qualità nell’isola. CVA Canicattì, da questa storia attinge e vuole esserne un’interprete moderna e rigorosa.
Sostenuta e resa vitale dall’adesione convinta di numerosi piccoli produttori del territorio, questa azienda ha saputo proporre un nuovo concetto qualitativo del vino, integrando, in perfetta armonia, una viticultura di tradizione alle innovazioni tecnologiche e organizzative necessarie a produrre qualità e mercato. In particolare, nel corso degli ultimi anni, si è realizzato un piano di investimenti che ha generato un percorso teso a raggiungere standard qualitativi d’eccellenza enologica ed una maggiore consapevolezza dell’unicità di questi territori.


Il territorio


CVA Canicatti, è impegnata a produrre vini di territorio in grado di esprimere l’anima di questa Sicilia antica eppure moderna.


Vigneti e territorio: un unicum produttivo complesso e variegato. 1000 ettari vitati, 480 vigneros , 60 contesti viticoli diversi.


Dolci colline che non vanno oltre i 600 metri sul livello del mare, in piena fascia solare, caratterizzate da una congenita carenza d’acqua e da suoli fortemente condizionati dalla presenza di minerali (zolfo, potassio e calcio), fanno di queste terre un sorprendente e naturale laboratorio chimico al servizio della viticoltura di qualità.


Con una base produttiva di oltre mille ettari vitati, disseminati su diversi territori dell’agrigentino e con oltre sessanta contesti e zone di produzione differenti, l’azienda CVA Canicattì si è dotata di un disciplinare di produzione interno che stabilisce e regola tutte le attività colturali nei vigneti, in modo da definire, già in pianta, gli standard qualitativi delle uve che verranno selezionate per la vinificazione. I processi di produzione sono così uniformati alle migliori tecniche di una viticultura moderna, per assicurare qualità e integrità delle uve.


Nella fase pre-vendemmiale, ogni singolo vigneto viene costantemente monitorato, in modo da individuare il momento ottimale per la raccolta delle uve. Con basse rese per ettaro ed una piattaforma ampelografia ampia e diversificata, CVA Canicatti è impegnata a produrre vini di territorio, in grado di esprimere l’anima di questa Sicilia antica eppure moderna. Le varietà impiantate su questi terreni così particolari e unici, riescono ad esprimersi al meglio, sia negli autoctoni come Catarratto, Inzolia, Grillo, Nero d’Avola, Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio che con le varietà internazionali, come Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Syrah e Merlot.


La produzione


In Cantina le fasi di lavorazione e di affinamento vengono svolte con cura per una strategia di produzione centrata sulla qualità e sul territorio.


Cantina e produzione. Produrre vini di qualità e di territorio, abbracciando il mercato.


Con lo stesso rigore produttivo con cui i soci conducono i loro vigneti, in Cantina tutte le fasi di lavorazione e di affinamento rispondono ad una strategia produttiva centrata sulla qualità e sul territorio.


La dotazione strumentale e tecnologica delle linee di vinificazione dei bianchi e dei rossi sono state ampliate e si è deciso di inserire due nuove presse pneumatiche per migliorare la qualità del mosto fiore.


Le vasche in cemento, una dotazione importante e rivalutata negli ultimi anni dalla pratica enologica d’eccellenza, sono state riconvertite con l’introduzione delle tecnologie del freddo. In questo processo migliorativo, rilevante è stata la realizzazione di due nuove batterie di vinificatori e di fermentini in acciaio inox da 150 e 200 hl che ha consentito la vinificazione di piccole partite di uva selezionate in base alle caratteristiche microclimatiche dei vigneti di provenienza e alle qualità organolettiche della materia prima.


Nuova anche la linea di imbottigliamento, tecnologicamente avanzata e in grado di assicurare qualità lungo tutto il processo di riempimento delle bottiglie. Ampliata, infine, la dotazione di barriques di affinamento per i vini di alta gamma, scelte tra tonnelleries di diversa provenienza.


Ai tre vini di punta dell’azienda – Aynat, Scialo e Calio – si aggiungono Il Centuno, il Fileno e il Satari oltre e due linee differenti, Aquilae con quattro rossi e tre bianchi e La Ferla con un rosso, un rosato ed un bianco.


www.cvacanicatti.it

Produttori

Articoli Recenti

Considera anche

Accept

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Informazioni