Nero Ossidiana

Tenuta di Castellaro

Nuovo

Il Nero Ossidiana è un rosso che testimonia la volontà di valorizzare i vitigni autoctoni e le grandi proprietà organolettiche del terroir delle Isole Eolie.

Maggiori dettagli

Nero Ossidiana
di Tenuta di Castellaro


Nazione:

Italia

Regione:

Sicilia

Colore:

Rosso

Denominazione:

IGT

Gradazione:

13,5°

Uvaggio:

Corinto Nero 70%, Nero d’Avola 30%

Bicchiere Rosso:

Caratteristiche produttive:

Biologico



Vinificazione: Pigiatura delle uve intere e diraspate. Vinificazione in rosso, senza controllo della temperatura, con lunga macerazione del vino con le bucce e parte dei grappoli interi non diraspati. Svinatura e travaso del vino in botti usate per lo svolgimento della malolattica. Dopo otto mesi circa travaso in serbatoio di acciaio. Nessuna chiarifica, solo decantazione statica e ripetuti travasi per rendere naturalmente limpido il vino prima dell’imbottigliamento.
Caratteristiche organolettica: Al colore rosso violaceo carico. Al naso note di ciliegia e spezie si fondono con l’ intrigante lato salmastro del corinto nero per una complessità olfattiva avvolgente.
Al palato grande sostanza di buccia che avvolge e stupisce, tannino elegante e fine, fresca acidità. Notevole eleganza di beva data dalla persistenza minerale.
Abbinamenti: Ottimo con carni bianche e rosse e secondi piatti di pesce elaborati.

Il territorio
Tenuta di Castellaro nasce da un'escursione in barca a vela nel cuore delle Isole Eolie, seguita da un'indimenticabile passeggiata alle luci dell'alba sull'Altopiano di Castellaro, nell'isola di Lipari.


Da questo incontro che sublima l'essenziale, Massimo Lentsch - imprenditore di Bergamo - insieme alla moglie Stefania Frattolillo, decidono di produrre vino: a partire dall'amore e dalla passione per un territorio magico, che ha lasciato un segno e a cui si vuole rendere tributo.


Il turismo alle Isole Eolie offre una serie di attrazioni naturali da contemplare vivere ed esplorare come un moderno flaneur, con spirito scientifico e sensibilità poetica. Vi invitiamo a scoprire una terra vulcanica, ricca di pietra pomice bianca, caolino rosa e ossidiana nera, plasmata dal fuoco e dominata dai venti, che unisce la ruvidezza dei pendii scoscesi alla morbidezza del mare. Una terra dalle tinte intense, senza mezze misure, che nutre ogni chicco dei nostri vitigni e che ispira ogni nostra bottiglia.


Tenuta di Castellaro rende omaggio alla bellezza delle Isole Eolie attraverso l'operazione di riscoperta della viticoltura tradizionale, la produzione di vini naturali e il recente progetto agronomico di recupero del verde autoctono.


I vigneri
Tenuta di Castellaro non nasce solo dall'incontro con un territorio incontaminato, ma anche dall'incontro con i Vigneri dell'enologo Salvo Foti, un consorzio di viticoltori autoctoni etnei, veri professionisti della vigna.


Salvo Foti, abbracciando una viticoltura estrema che si nutre di metodi secolari e di amore per la terra, ha scelto di condividere il nostro progetto, addestrando con cura i vignaioli di Tenuta di Castellaro e prestando la propria preziosa consulenza in ogni fase di vita dei nostri vini, dalla barbatella al bicchiere.


Parte da qui il nostro vino sostenibile e rispettoso della natura e della bellezza del luogo, un vino che nasce da vitigni autoctoni e selezionati, un vino che si nutre di tradizione, di biodiversità, di sistemi di coltivazione secolari e non meccanizzati, di coraggio e di passione.


La cantina
La cantina bioenergetica è la più grande delle Isole Eolie ed è realizzata con una particolare tecnica costruttiva che la rende un unicum nel suo genere: un luogo da visitare per il forte impatto architettonico, visivo ed emozionale, che vi accoglie durante l'anno per visite guidate, degustazioni ed eventi privati.


Completamente interrata, la cantina di Tenuta di Castellaro è realizzata con un sistema costruttivo che, in maniera moderna, esprime le qualità tradizionali dell'architettura vernacolare del luogo.
È sorretta da pilastri portanti ricavati nel terreno, che registrano un periodo geologico di 20.000 anni, raccontando dell'origine complessa e vulcanica dell'isola di Lipariche attraversa 300.000 anni di storia.


La tecnica di costruzione d'avanguardia garantisce un impatto ambientale ed energetico zero: l'illuminazione proviene dai camini solari e gli ambienti sono rinfrescati in modo naturale dalla Torre del vento che sorge accanto alla cantina e convoglia i venti dominanti di Nord/Ovest in un termo labirinto sotterraneo lungo 360 metri, fatto di blocchi di pomice e terra.


Realizzata per integrarsi e rispettare l'armonia del paesaggio, sfruttandone la potenza degli elementi, la nostra cantina è un'opera che esalta il connubio tra tecnologia d'avanguardia ed eco sostenibilità totale.


www.tenutadicastellaro.it

Produttori

Articoli Recenti

  • Degustazione Clandestina 32

    Il secondo "incontro con il produttore" vede ospite Sergio Germano! In questa serata parleremo della sua...

  • La strada dei Rossi

    Ritorna, dopo il successo dello scorso anno "Il Risveglio dei Sensi", ancora più ricco e pieno di sorprese.

  • Degustazione Clandestina 19

    Non poteva esserci inizio più Nobile per la prima degustazione del 2017. Il Barolo. Sei Barolo per un...

Considera anche

Accept

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Informazioni