Soffocone di Vincigliata

Bibi Graetz

Nuovo

“Soffocone”, nome provocatorio dato da Bibi Graetz a questo vino che è un Sangiovese quasi in purezza, con una piccola percentuale di Canaiolo e Colorino, prodotto nella zona di Fiesole, a poca distanza da Firenze. Le vigne sono vecchie, circa 40 anni di età.

Maggiori dettagli

Soffocone di Vincigliata
di Bibi Graetz


Nazione:

Italia

Regione:

Toscana

Colore:

Rosso

Denominazione:

IGT

Gradazione:

13,5°

Uvaggio:

Sangiovese 90%, Canaiolo 7%, Colorino 3%

Bicchiere Balloon:



Uvaggio: 90% Sangiovese, 7% Canaiolo, 3% Colorino

Agricoltura e Vinificazione: Il sistema di allevamento utilizzato è la classica contro spalliera con potatura a Guyot, da cui nascono gli uvaggi alla base del vino. Per ottenere l'etichetta vengono combinati tra loro il Sangiovese, uva simbolo della Toscana, al 90%, insieme al Canaiolo al 7% e al Colorino al 3%. Tra fine settembre e inizio ottobre lungo i filari si svolge la vendemmia, con la selezione dei migliori grappoli. Il mosto viene sottoposto a follature continue nelle barriques di rovere ed è proprio nelle botti che prende il via l'affinamento, per una durata totale di ben 18 mesi.

Caratteristiche organolettiche: Alla vista, il vino si presenta color rosso rubino, carico e luminoso. Al naso mostra note di ciliegie e lampone, con accenni di tabacco. Al palato, potente ed elegante al contempo. Grande freschezza e tannini ben amalgamati. Armonico, persistente. 

Abbinamenti: Da provare soprattutto con le pappardelle al ragù di cinghiale oppure con la tagliata di manzo. Superbo anche con i formaggi a lunga stagionatura, come il Pecorino toscano. La temperatura di servizio consigliata è compresa tra 18 e 20 °C.

Il Castello di Vincigliata è una bellissima tenuta nella zona di Fiesole, risalente al 1031 e acquistata dalla famiglia Graetz nei primi anni ‘60. Attorno al castello si distendono i vigneti e la cantina di Bibi Graetz. Artista nell’anima, pittore per vocazione, Bibi ha iniziato a dedicarsi al vino a cavallo del 2000. Inizialmente ha cominciato prendendo in gestione diverse vecchie vigne, fino ad arrivare ad oggi con circa 50 ettari di vigneti. Bibi riesce a creare dei vini magnifici, con l’estro dei grandi artisti e il rigore dei veri artigiani. Vini fuori dagli schemi e al contempo dotati di profondità e aristocrazia uniche. Bere i vini di Bibi Graetz è un percorso fiabesco, tra il sacro e il profano, che parte dalla bellezza estetica delle etichette - vere opere d’arte, che nascono dal suo tocco allegro e surreale, talvolta provocatorio - e prosegue sorso dopo sorso con vini che sprigionano una tipicità di vitigno e territorio che stupisce e sorprende, rendendoli infinitamente godibili.



Produttori

Articoli Recenti

  • Degustazione Clandestina 32

    Il secondo "incontro con il produttore" vede ospite Sergio Germano! In questa serata parleremo della sua...

  • La strada dei Rossi

    Ritorna, dopo il successo dello scorso anno "Il Risveglio dei Sensi", ancora più ricco e pieno di sorprese.

  • Degustazione Clandestina 19

    Non poteva esserci inizio più Nobile per la prima degustazione del 2017. Il Barolo. Sei Barolo per un...

Considera anche

Accept

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Informazioni