Gjulia Nord Bionda

Birrificio Gjulia

Nuovo

Birra chiara, fresca che si assapora a grandi sorsate.
Dal corpo leggero con morbidi sentori di malto e dalle note sgrumate e floreali. 

Maggiori dettagli

Gjulia Nord Bionda
di Birrificio Gjulia


Nazione:

Italia

Regione:

Friuli Venezia Giulia

Colore:

Bionda

Gradazione:

Uvaggio:

Frumento

Bicchiere Weiss:



Con l'acqua del Monte Mia.
Birra chiara ad alta fermentazione, dai morbidi sentori di malto e dalle note agrumate e floreali.

Corpo leggero e profumi delicati ne fanno una birra ottima per tutte le occasioni.
Aspetto caratterizzato da una sorprendente limpidezza.
È una birra fresca che si assapora a grandi sorsate, perché i toni caldi e dolci del malto ben si equilibrano con l’aroma del luppolo.
Si abbina con quasi tutte le portate dal sapore non particolarmente pronunciato, crostacei, formaggi freschi, carni bianche.
Rifermentata ed affinata in bottiglia, forma sedimento naturale. 

Gradazione alcolica: 5,5% vol.
Gradi Plato: 12
Temperatura di Servizio: 8° - 10° C. 

I fratelli Marco e Massimo Zorzettig, con alle spalle lunghe tradizioni vitivinicole, si affacciano al nuovo mondo dei microbirrifici con l’intenzione di valorizzare i seminativi di proprietà: 14 ettari di orzo per la produzione del malto base e circa 2 ettari di frumento per produrre la birra bianca (weizen). Non a caso il birrificio è situato a San Pietro al Natisone: è lì che sgorga l’acqua del Monte Mia, pura ed incontaminata, molto importante per la qualità e la riuscita della birra. Il birrificio è autonomo: l’energia che viene usata per la produzione proviene direttamente da fonti rinnovabili.


Le birre sono ad alta fermentazione e vengono lavorate con metodo artigianale, senza l’uso di filtrazione e pastorizzazione.
Dopo la prima fermentazione e la lenta maturazione, che avviene in botti di acciaio a temperatura rigorosamente controllata, la birra viene imbottigliata. In bottiglia avviene la seconda fermentazione per la presa di spuma, motivo per cui sul fondo delle bottiglie è visibile sempre un piccolissimo residuo di lieviti.


Si è scelto la rosa dei venti per identificare le birre partendo da NORD con la classica bionda, virando ad EST con la weizen di frumento, proseguendo verso SUD con la nera, ed infine arrivando ad OVEST con l’ambrata. A queste si aggiungono le due birre speciali: la NOSTRANA, prodotta con orzo e luppolo biologici e la GRECALE, birra prodotta con l’aggiunta di mosto di uva Picolit, punta di diamante del birrificio.


www.birragjulia.com

Produttori

Articoli Recenti

Considera anche

Accept

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Informazioni